Immigrazione

Accoglienza profughi: polemiche per l'adesione del Comune di Nuoro al progetto SPRAR

Il Comune di Nuoro
Il progetto prevede distribuzione di vitto e alloggio e anche un inserimento socio-economico.

Sono numerosi i migranti arrivati in Sardegna in quest ultimo periodo che verranno accolti nei vari comuni dell'Isola. Da qui la decisione del Comune di Nuoro di aderire al progetto SPRAR che prevede, per i migranti, non solo la distribuzione di vitto e alloggio ma anche un inserimento socio-economico. La scelta di Nuoro ha creato non poche polemiche tra i vari rappresentanti politici. "La notizia del bando che il comune di Nuoro ha predisposto per garantire alloggio e prospettive di lavoro ai migranti è una vergogna e ancor più gravi e inaudite le parole spese per giustificare il bando. L'obiettivo è quello di garantire non solo vitto e alloggio ma anche una prospettiva lavorativa ai migranti, secondo il Comune". Sono queste le parole di Marcello Orrù, consigliere regionale della Sardegna e presidente del Movimento Cristiano Forza Popolare che mostra tutto il suo dissenso per la scelta fatta dal Comune di Nuoro.
"Ma come? Migliaia di giovani nuoresi costretti ad emigrare all'estero e il Comune, peraltro con gravi problemi di bilancio che fa? garantisce casa e lavoro ai migranti", continua Orrù. Sostiene che il bando sia "un vero e proprio scempio, uno sputo in faccia ai tanti sardi e nuoresi, in particolare, disoccupati" e pertanto ne chiede il ritiro. "Occorre fermare questo vergognoso spreco di risorse pubbliche che va contro gli interessi dei nostri conterranei in difficoltà. Nuoro non merita scelte scellerate come questa", conclude il consigliere regionale. Domani si terrà una conferenza stampa in cui il Sindaco, l'assessore comunale ai Servizi Sociali Valeria Romagna e il presidente della commissione Graziano Siotto forniranno chiarimenti sull'adesione del Comune di Nuoro al programma SPRAR. Intanto otto Comuni del Marghine hanno deciso di aderire al progetto SPRAR che permetterà loro di accogliere una sessantina di migranti.

Categoria: